Collaborazioni

Il progetto “Akuna Matata – La Tribù delle Scimmie” nasce nel 2003, e riscuote da subito grande consenso nella sua forma iniziale di esperimento “future-primitive“, una fusione, cioè, tra tribalità acustica e musica elettronica in uno spettacolo musicalmente all’avanguardia con l’accostamento di proiezioni di video originali sincronizzati a basi “tribal“.
Di seguito alcune delle nostre collaborazioni.

Party in Bottle + Akuna Matata

https://www.youtube.com/watch?v=fSlAecztAC4

https://www.youtube.com/watch?v=G0wmCeccPbI&t=15s

G.S.R. – Gruppo Storico Romano + Akuna Matata

Abbiamo collaborato con il Gruppo Storico Romano in diverse occasioni di spettacolo in cui vengono riproposte delle ricostruzioni storiche in particolare è stato sviluppato uno spettacolo in cui gli Akuna Matata dopo una ricerca hanno costruito una coreografia in cui le percussioni sono in sinc con i colpi di spada e scudi dei legionari in una danza armata chiamata “Bellicrepa“.

Inoltre è stato svolto un lavoro con Serena Piccolomini ballerina di Danza del ventre e il G.S.R. per la ricostruzione storica di un matrimonio antico romanosvoltasi al Teatro Marcello in occasione delle celebrazioni per il Natale di Roma.

Sempre in collaborazione con Serena è stato preparato un brano che rappresenta i 4 Elementi Acqua Terra Aria Fuoco.

Gemellaggi

In questa sezione i gemellaggi degli Akuna Matata con alcune scuole di samba Europee:

Combe Capelle – Valencia

Gemellaggio Roma-Valencia con i Combe Capelle, nel cuore della Garbatella durante la Festa della Cultura del 2010.

https://www.youtube.com/watch?v=vjAGJagDhCY

 

 

Sambalegria – Parigi

Doppio gemellaggio Roma-Parigi con i Samb’Alegria, a Roma (Garbatella) durante la Festa della Cultura del 2012 e a Parigi per le vie del centro nella sfilata multicolore in occasione del rinomato Carnival De Paris 2013.
facebook.com/BateriaSambAlegria

 

 

 

 

 

CHI SIAMO

Tribù Akuna Matata

Il progetto “Akuna Matata – La Tribù delle Scimmie” nasce nel 2003, e riscuote da subito grande consenso nella sua forma iniziale di esperimento “future-primitive“, una fusione, cioè, tra tribalità acustica e musica elettronica in uno spettacolo musicalmente all’avanguardia con l’accostamento di proiezioni di video originali sincronizzati a basi “tribal“.

Successivamente nel 2004, l’organico di sei elementi cresce con l’idea di realizzare uno show itinerante, ispirato alle sfilate del carnevale di Rio. Attualmente la batteria di percussioni è costituita da 18 elementi, organizzati in sezioni ritmiche che formano una vera e propria orchestra diretta dal “mestre di bateria”.

In aggiunta all’aspetto musicale il Samba Enredo (così viene definita la sfilata itinerante tipica del Carnevale di Rio) avviene compiendo diverse coreografie; l’aspetto scenografico, quindi, non viene trascurato e all’indubbio impatto acustico viene aggiunto quello visivo, grazie al costume teatrale da “scimmia” indossato da tutta la batteria.

L’idea di “tribù delle scimmie” è un richiamo ancestrale alle origini dell’uomo ed ai suoi primi gruppi sociali, quando già nei primi branchi di primati il tambureggiare con un bastone su di un tronco cavo o lo sbattere i piedi per terra erano manifestazioni di condivisione emotiva che si possono considerare come la nascita della danza e della musica.

In aggiunta ai componenti della batteria, spesso negli spettacoli si aggiungono diversi artisti: giocolieritrampolierimangiafuocofachiriballerine africane o brasiliane (con i loro costumi tipici), barman acrobatici, gladiatori romani e capoeristi.

 

Associazione e statuto

L’Associazione apolitica indipendente non avendo fini di lucro, ha per oggetto i seguenti scopi:

Diffondere e ampliare la conoscenza della cultura musicale e artistica in genere, attraverso contatti fra persone, enti e associazioni.
Allargare gli orizzonti in campo artistico trasmettendo l’amore per la cultura musicale e delle arti come un bene per la persona e un valore sociale.
Proporsi come luogo d’incontro e di “aggregazione” assolvendo alla funzione sociale di crescita umana e civile.
Inoltre, per quanti socialmente svantaggiati, porsi come sostegno attraverso la promulgazione di attività specifiche.
Organizzare e promuovere convegni, dibattiti, seminari di studio e approfondimento, corsi e manifestazioni.
Promuovere e attuare direttamente la creazione di pubblicazioni e sussidi audiovisivi di ogni genere.
Sviluppare I’attività di studio, ricerca e assistenza nel proprio settore di attività e in altri analoghi e affini.
Promuovere e curare direttamente a indirettamente la redazione e I’edizione di libri, testi, dispense, notiziari e indagini.
Farsi promotrice avanti qualunque ente pubblico a privata, a intraprendere e gestire direttamente o tramite terzi, di qualunque iniziativa finalizzata al conseguimento degli scopi dell’associazione.
Coordinare le proprie attività con quelle di altre associazioni, di singoli ricercatori anche a livello internazionale.
Collaborare e aderire a qualunque ente pubblico a privata, locale, nazionale a internazionale, nonché ad organismi, movimenti ed associazioni coi quali condivida gli scopi istituzionali.

L’associazione potrà svolgere inoltre ogni attività patrimoniale, economica e finanziaria che ritenga necessaria, utile a comunque opportuna per il raggiungimento dei propri scopi.
Ai fini delle sue attività I’associazione potrà accedere e ottenere ogni contributo pubblico o privato, nonché stipulare convenzioni e contratti con enti di qualsiasi natura e in particolare con lo Stato, le regioni e le province e gli altri enti pubblici territoriali.